La sfida per il commercio tradizionale di vicinato è quella di non ragionare singolarmente, o come piccoli gruppi di operatori, ma collaborare in una rete estesa, insieme alle Amministrazioni Comunali.
In oltre 15 anni di esperienza abbiamo guidato in questo processo più di 100 Distretti del Commercio in Lombardia, Veneto, Piemonte, Friuli Venezia-Giulia e Puglia.

A tutti i principali aspetti riguardanti la creazione e la gestione dei Distretti del Commercio, urbani e diffusi, abbiamo dedicato il nostro Report gratuito, scaricabile a partire da questo collegamento.

    Add a header to begin generating the table of contents
    // PA e Marketing territoriale

    Costituzione Distretto del Commercio

    Per costituire un Distretto del Commercio è importante attivare un processo di progettazione partecipata, in cui è fondamentale da un lato coordinare i vari attori che vi prendono parte, dall’altro definire con chiarezza le necessità e gli obiettivi.

    Guidiamo le Amministrazioni Comunali nella definizione di un percorso chiaro e condiviso, svolgendo l’attività di coordinamento e di progettazione, e aiutando gli uffici comunali a raggiungere il traguardo in modo più efficiente e tempestivo.

    // PA e Marketing territoriale

    Assistenza per l'accesso ai bandi

    I Distretti del Commercio, per realizzare azioni concrete a sostegno del commercio di vicinato e delle attività economiche del territorio, senza gravare sui bilanci delle Amministrazioni Comunali, hanno bisogno di fondi: il primo modo per trovarli è la partecipazione ai bandi.

    Partecipare ai bandi è diventato ormai indispensabile, date le limitate risorse degli Enti Locali, ma il personale spesso non ha il tempo necessario per seguire le procedure ed elaborare i progetti: per questo il nostro Team segue l’intero processo limitando al minimo l’impegno richiesto ai Comuni.

    // PA e Marketing territoriale

    Attività di manager strategico

    Per non diventare una scatola vuota, senza nessuna utilità e sostegno a favore del commercio di vicinato e delle attività economiche locali, i Distretti del Commercio necessitano di una visione, di un progetto e di un coordinamento.

    Se la gestione del Distretto rimane totalmente in capo alle risorse comunali, nel tempo tende a perdere di efficacia, dato il generale sovraccarico del personale.
    Per questo riteniamo importante svolgere l’attività di Manager Strategico, per sostenere i Distretti nel loro percorso di sviluppo.

    // PA e Marketing territoriale

    Promozione, animazione e formazione

    La promozione, l’animazione e la formazione sono gli assi portanti di ogni programma di intervento di un Distretto del Commercio, in quanto indispensabili per incrementare:

    • La notorietà del Distretto del Commercio verso tutti gli stakeholders.
    • Il coinvolgimento degli operatori economici nella attività del Distretto del Commercio.
    • La frequentazione del Distretto del Commercio da parte dei District User (residenti, turisti, lavoratori, studenti, etc.).

    Anche in questo caso svolgiamo un’attività di supporto alle Amministrazioni Comunali per realizzare queste attività, in modo da sgravare il personale comunale e mettere a disposizione risorse specializzate con competenze specifiche, che non sempre cono reperibili internamente.

    // PA e Marketing territoriale

    Analisi e monitoraggio dei risultati

    Far ricorso ad analisi oggettive, che garantiscano uno sguardo esterno, pur avvalendosi delle conoscenze di chi vive il territorio ogni giorno, ma senza essere condizionato dal proprio vissuto, è fondamentale per tracciare un percorso di sviluppo ad ampio spettro o per affrontare tematiche specifiche.

    Altro tassello fondamentale è il monitoraggio del percorso, sia in fase di realizzazione durante gli step intermedi, sia ad attività concluse, per raccogliere dati utili alla programmazione successiva ed essere sempre più efficaci nella risposta alle necessità degli operatori economici. La verifica può avvenire con varie modalità, a seconda del dato che va rilevato, che può andare dall’individuazione dei KPI, alle interviste di persona a sondaggi online, fino agli street check.